Un’altra vita, di Paolo Ruffilli

by

di cletus

la copertina del libro

Sono mesi che non riesco a finire un libro. Disturbi dovuti a “quella cosa che ti succede mentre stai facendo altri progetti” (la vita, la frase è di John Lennon).

Complice un viaggio in treno, ho messo mano a questo testo, incuriosito da una puntata di Fahrenheit, nella quale l’autore era ospite.

 Si tratta di una raccolta di racconti, strutturati in quattro mega capitoli (come il numero delle stagioni dell’anno) ognuno dei quali “raccoglie” 4 brevi racconti.

 Il tema è l’amore. Il rapporto di coppia o più semplicemente quel sentimento cosi disatteso, imbrigliato, difficile da tirar fuori e ahimè raro, esplorato con grazia, grazie ad una prosa a tratti musicale e declinata quasi in rima.

 Ruffilli si cala nelle pieghe del sentimento, lo svela e ne parla con leggerezza e insieme con durezza, lo va a cogliere in flussi di pensiero, aiutandosi con descrizioni quasi liriche del paesaggio, quasi a ricostruire lo sfondo più adatto a lasciar venir fuori il non detto.

 E’ un tipo di scrittura che spiazza, e che se ha un dono è quello di svelare altri modi di scrivere, fuori dalla moda imperante del post minimalismo.

Per amore di definizione: la prosa di Ruffilli paradossalmente è si minimalista ma offre al lettore una capacità di leggere il sottotesto in modo quasi lirico, grazie alla forte assonanza con la poesia.

Contorto ? Affatto, la meraviglia di questa lettura è stata proprio questa, capire come con un umile bagaglio di sensazioni estrarre dei quadri di rara eleganza, dove a parlare sono i sentimenti e il modo di gestirli, sopprimerli, farsene travolgere, senza ricorrere ad effetti speciali.

Mi metto in tasca questa capacità. E ribadisco, a volte i libri ci arrivano in mano (e li leggiamo) proprio “quando serve”, quando abbiamo bisogno di qualcosa che ci sorprenda, per semplicità, struttura, eleganza.

Fazi editore, maggio 2010

Annunci

Tag: ,

3 Risposte to “Un’altra vita, di Paolo Ruffilli”

  1. Notizie dai blog su Per raccontare gli amori dentro altri amori di Paolo Ruffilli ci vorrebbe Un’altra vita Says:

    […] Un’altra vita, di Paolo Ruffilli di cletus Sono mesi che non riesco a finire un libro. Disturbi dovuti a “ quella cosa che ti succede mentre stai facendo altri progetti ” (la vita, la frase è di John Lennon). Complice un viaggio in treno, ho messo mano a questo testo, incuriosito da una puntata di Fahrenheit , nella quale l’autore era ospite. blog: Bottega di lettura 2.0 | leggi l'articolo […]

  2. GIANNI Says:

    LA PAGINA DI PAOLO RUFFILLI E’ COME UNO SPARTITO MUSICALE,IMPALPABILE, RAREFATTA, LEGGERA,VOLATILE, PROCEDE, SI FERMA, AVANZA COME UN AQUILONE PRESO E TRASPORTATO DAL VENTO CHE SI LIBRA IN UN CIELO PURO E TERSO, DOVE LE PAROLE SONO SUSSURRI E RICHIAMI, EPIFANIE E DISVELAMENTI DI UN MONDO SENZA TEMPO E SENZA STORIA. MI RICORDA LE PAGINE IMPERSONALI DEI SILLABARI DI PARISE FITTE DI RICORDI TRASOGNATI E MISTERIOSI IN CUI LAVITA E’ VISTA COME RIFLESSA IN UNO SPECCHIO IN UN DIAFANO PASSAGGIO DA UN SONNO SENZA SOGNI A UN SOGNO SENZA SONNO

  3. cletus Says:

    @ Gianni, maiuscole a parte, hai reso perfettamente ciò che ho tentato di dire. Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: